Inizio pagina Salta ai contenuti

Comune di Cologna Veneta

Provincia di Verona - Regione del Veneto


Contenuto

Calendario

Calendario eventi
« Settembre  2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
             

IMU 2012

 
I.M.U. - Imposta Municipale Propria 2012

IL 17 dicembre 2012 è il termine ultimo per il versamento del saldo IMU 2012

Il contribuente potrà effettuare il versamento tramite F24 o tramite apposito bollettino postale in via di Approvazione.

il contribuente per calcolare l'imposta dovuta dovrà:

- determinare L'imposta per ogni immobile (annua o rapportate ai mesi di possesso) con le aliquote approvate dal Comune.

- determinare la parte da versare al Comune per ogni fattispecie togliendo la parte versata in sede degli acconti 2012

- determinare la parte da versare allo Stato ( 0,38%) per ogni fattispecie (tranne le abitazioni principali e i fabbricati rurali strumentali) togliendo la parte versata in sede dell'acconto 2012.

Il 04 febbraio 2013 è il nuovo termine ultimo per la presentazione delle dichiarazioni IMU per le variazioni dal 1/1/2012 (solo nei casi previsti di dichiarazione)

il contribuente entro il 04 febbraio 2013 deve presentare la dichiarazione IMU per le variazioni dal 01/01/2012 (nei casi previsti) successivamente ogni variazione dovrà essere presentata
entro 90 (novanta) giorni dalla data di variazione (nei casi previsti) a pena di sanzioni come previste dal Regolamento
 
   Estratto delibera approvazione aliquote IMU 2012
   Estratto delibera Regolamento IMU 2012
  Delibera approvazione aliquote IMU 2012 - completa
   Valori aree edificabili ai fini IMU 2012
 

   Consulta le slides della circolare del ministero dell'economia e delle finanze (versamento acconto)

 
 

Codici tributo per il pagamento IMU tramite F24:

  • 3912 IMU abitazione principale e relative pertinenze (destinatario il Comune) ***** indicare su campo rateizzazione 0101 se si paga" il saldo" o "l'acconto solo con la rata di giugno" *** se si paga l'acconto con rata a giugno 0102 e a settembre 0202.
  • 3913 IMU fabbricati rurali ad uso strumentale (destinatario il Comune)
  • 3914 IMU terreni (quota destinata al Comune)
  • 3915 IMU terreni (quota destinata allo Stato)
  • 3916 IMU aree fabbricabili (quota destinata al Comune)
  • 3917 IMU aree fabbricabili (quota destinata allo Stato)
  • 3918 IMU altri fabbricati (quota destinata al Comune)
  • 3919 IMU altri fabbricati (quota destinata allo Stato)

Si ricorda che il codice catastale del Comune di Cologna Veneta è C890

ATTENZIONE DAL 2012 L'IMU Sostituisce l'ICI -

******* SI AVVERTE CHE NESSUN BOLLETTINO DI PAGAMENTO O AVVISO SARA' INVIATO ALLA RESIDENZA DEL CONTRIBUENTE DAL COMUNE. *******

Il Contribuente è tenuto ad effettuare il calcolo dell'IMU: Per conto proprio, o rivolgendosi a professionisti abilitati (Commercialisti, Centri assistenza Fiscale, ecc..),

n.b. Esistono siti gratuiti che effettuano il calcolo e consentono di compilare f24 per il pagamento cerca sui motori di ricerca "Calcolo saldo Imu gratuito".

 

AGGIORNATO AL 10/12/2012

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

****** DATI PER LA DETERMINAZIONE DELL'ACCONTO IMU 2012 GIUGNO E SETTEMBRE *******

 

 

 

Avvertenza importante L’acconto IMU 2012 deve essere calcolato applicando le aliquote e le detrazioni di base stabilite dalla legge nazionale. Entro il 17 dicembre deve essere versato il conguaglio, calcolando l’imposta dovuta per l’interno anno in base alle aliquote definitive che verranno stabilite dallo Stato e dal Comune e sottraendo l’importo versato in acconto. Il contribuente è quindi tenuto ad informarsi sulle aliquote definitive ed a calcolare il saldo dovuto entro il 17 dicembre 2012.

Che cos'è

L'IMU è l'imposta sugli immobili in vigore dal 2012. L'IMU sostituisce, oltre all'ICI, anche l'IRPEF dovuta dalle persone fisiche in relazione ai redditi fondiari relativi ai beni immobili non locati.

Il gettito dell'IMU è destinato in parte allo Stato ed in parte ai Comuni.

E' riservata allo Stato la metà del gettito dell'IMU relativa a tutti gli immobili (tranne le abitazioni principali e i fabbricati rurali strumentali) calcolata con l'aliquota di base dello 0,76% e cioè lo 0,38%.

L'IMU si applica su fabbricati, aree fabbricabili e terreni agricoli, compresa l'abitazione principale e le sue pertinenze.

L'imposta è dovuta dal titolare del diritto di piena proprietà, usufrutto, uso, abitazione, enfiteusi e superficie. Nel caso di immobili concessi in locazione finanziaria (leasing) il pagamento deve essere effettuato dal locatario. La nuda proprietà non produce alcun obbligo IMU.

Aliquote nazionali di base da applicare per il calcolo Imu

  • Aliquota base (ordinaria) 0,76%
  • Aliquota abitazione principale e relative pertinenze 0,40%
  • Aliquota fabbricati rurali ad uso strumentale 0,20%
  • Detrazione per abitazione principale (in euro) 200,00
  • Ulteriore detrazione per ciascun figlio di età non superiore a 26 anni dimorante e residente nell'abitazione principale (in euro) 50,00

Definizione abitazione principale

Per abitazione principale si intende l'immobile, iscritto o iscrivibile nel catasto edilizio urbano come unica unità immobiliare, nel quale il contribuente ha la propria dimora abituale e risiede anagraficamente. L'abitazione principale quindi può essere una soltanto e anche in catasto deve risultare una unità immobiliare unica.

Definizione pertinenze dell'abitazione principale Le pertinenze dell'abitazione principale sono esclusivamente quelle classificate nelle categorie catastali C/2, C/6 e C/7, nella misura massima di un'unità pertinenziale per ciascuna delle categorie catastali indicate, anche se iscritte in catasto unitamente all'unità ad uso abitativo.

Attenzione: se si possiedono due o più pertinenze uguali per categoria, ad esempio due autorimesse (C/6), solo ad una si applicherà l'aliquota ridotta prevista per l'abitazione principale, mentre alle altre si applica l'aliquota base.

Rendita catastale

N.B. La riforma delle rendite catastali annunciata dal Governo verrà attuata nei prossimi anni. Per il calcolo dell'imposta devono essere utilizzate le rendite catastali attualmente vigenti, già utilizzate per il calcolo dell'ICI o per il mod. 730 o il modello Unico IRPEF.

L'Agenzia del Territorio ha attivato un servizio di consultazione on-line su cui il contribuente può verificare le proprie rendite catastali. Il sito internet è agenzia del territorio

Per visualizzare è necessario cliccare sulla colonna Privati – consulta i dati catastali, avendo a disposizione il proprio codice fiscale e gli identificativi catastali (foglio, particella, subalterno) dell'immobile.

Base imponibile Imu

Per calcolare l'imposta da pagare è necessario determinare il valore imponibile.

Per i fabbricati iscritti o iscrivibili in Catasto occorre:
1. rivalutare del 5 per cento la rendita catastale del fabbricato 2. determinare il valore imponibile moltiplicando la rendita catastale rivalutata per i seguenti moltiplicatori:

  • 160 fabbricati classificati nel gruppo A e nelle categorie C/2, C/6 e C/6 /(esclusa categoria A10)
  • 140 fabbricati del gruppo catastale B e delle categorie C/3, C4 e C/5
  • 80 fabbricati della categoria D/5
  • 80 fabbricati della categoria A/10
  • 60 fabbricati del gruppo catastale D (esclusa categoria D/5)
  • 55 fabbricati della categoria C/1

Per i terreni agricoli, il valore imponibile è costituito dal reddito dominicale risultante in Catasto al 1° gennaio dell'anno in corso, aumentato del 25% e moltiplicato per 135. Per i coltivatori diretti e gli imprenditori agricoli professionali inscritti nella previdenza agricola il moltiplicatore è pari a 110.

Per le aree fabbricabili la base imponibile è costituita dal valore venale in comune commercio al 1° gennaio dell'anno in corso, determinato con riguardo anche ai prezzi medi rilevati sul mercato per la vendita di aree aventi analoghe caratteristiche.

Una volta determinata la base imponibile, l'imposta si calcola applicando alla stessa l'aliquota prevista per la fattispecie dell'immobile provvedendo eventualmente, nel caso in cui se ne abbia diritto, ad operare la detrazione d'imposta.

Pagamento Imu

Il pagamento dell'acconto IMU può essere effettuato esclusivamente mediante il modello F24. Il codice catastale del Comune di Cologna Veneta (da utilizzare per il pagamento IMU) è C890.

Le scadenze per il pagamento sono le seguenti:

  • 18 giugno - acconto calcolato applicando le aliquote e le detrazioni di base stabilite dalla legge nazionale
  • 17 dicembre – saldo dovuto per il 2012, tenendo conto delle avvertenze sopra riportate

Solo per il pagamento dell'IMU relativa alla abitazione principale e relative pertinenze è prevista la possibilità di pagare alle seguenti scadenze:

  • 18 giugno – 1° acconto pari ad 1/3 calcolato applicando le aliquote e le detrazioni di base stabilite dalla legge nazionale
  • 17 settembre – 2° acconto pari ad 1/3 calcolato applicando le aliquote e le detrazioni di base stabilite dalla legge nazionale
  • 17 dicembre – saldo dovuto per il 2012, tenendo conto delle avvertenze sopra riportate

Il contribuente può comunque scegliere di pagare in due rate (18 giugno e 17 dicembre) anche l'IMU relativa all'abitazione principale e relative pertinenze.

 

Casistiche particolari:

- Immobili inagibili: abbattimento della base imponibile del 50% bisogna presentare adeguata comunicazione entro il 30 settembre 2012

- Immobili storici: abbattimento della base imponibile del 50%.

- Immobile assegnato a coniuge separati: Pagamento a carico dell'assegnatario

- Immobile di proprietà di persona in struttura di ricovero o assistenza non locato: da definire.

Comune di Cologna Veneta - Piazza Capitaniato n. 1 - 37044 Cologna Veneta VR - Tel 0442413511 - fax 0442 410811
IBAN Tesoreria comunale: IT77L0200859410000100577547 cod catastale C890 Codice Istat 023027 P.Iva e C.F. 00234140234 -
Indirizzo mail Segreteria: segr@comune.cologna-veneta.vr.it - PEC ufficio protocollo: colognaveneta.vr@cert.ip-veneto.net - PEC SOLO PER VARIAZIONI RESIDENZA è: demografici.colognaveneta@pec.it